Altro che Bossi-Fini, è l’Europa che dobbiamo cambiare

Immigrazione clandestina o meno, non è determinante che mettiamo mano alla Bossi-Fini: ciò che dobbiamo cambiare è l’Unione europea.

L’Italia è stata fin troppo al gioco di una serie di Stati interessati a scaricarci addosso il peso intero degli esodi dal Nord Africa. E’ ora di cambiare rotta, prima che la situazione diventi insostenibile.

Al di là della tragedia avvenuta la scorsa settimana sulle coste italiane, è giunto il momento di intervenire sui trattati europei e in particolare sul Regolamento di Dublino. Introdotto nel 2003, questo regolamento impone al primo Paese ospitante l’obbligo di occuparsi di chi richiede asilo politico e di avviarne le pratiche.

Sappiamo bene cosa significa ciò per l’Italia, approdo naturale per tutti coloro che fuggono da guerre, povertà e persecuzioni nel bacino del Mediterraneo: significa doversi occupare di decine di migliaia di profughi. Senza alcun sostegno da parte dell’Ue.

Non è questa l’Europa dei popoli per cui abbiamo lottato e continueremo a lottare. L’Italia non può esistere solo nel momento in cui c’è da pagare il conto. I trattati possono e devono essere rivisti.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...