Reato di clandestinità, non prendiamoci in giro

No all’abolizione del reato di immigrazione clandestina: coinvolgiamo l’Europa

Immigrazione clandestina, smettiamo di prenderci in giro e di prendere in giro gli italiani: il reato deve restare. Abolirlo significherebbe aprire le porte del Paese indiscriminatamente a decine di migliaia di extra-comunitari. Con quale logica? Non certo quella di dar loro una mano, considerate le condizioni a dir poco precarie e a dir bene al limite dell’umano in cui queste persone arrivano e vengono accolte in Italia.

Né tantomeno la logica può essere quella di “guadagnarci” qualcosa in termini di forza lavoro, in un paese in cui il lavoro è come le mezze stagioni: sparito.

Non prendiamoci in giro: non ce lo possiamo permettere. Non siamo nelle condizioni di accogliere una mole così ingente di persone, né concretamente, né tantomeno dal punto di vista delle operazioni burocratiche che ne conseguirebbero.

Non cerchiamo di autoconvincerci che basterà una modifica alla legge italiana per tamponare il fenomeno dei barconi. Dobbiamo rompere il muro dell’indifferenza dei nostri “vicini di casa” e coinvolgere l’Europa. A patto che anche l’Ue smetta di prenderci per i fondelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...