La Corte dei Conti chiama la Toscana, Rossi dice no

Presentato il ricorso contro la richiesta di chiarimenti sulla movimentazione dei fondi erogati ai gruppi consiliari. Anche Democrazia Diretta aveva fatto la stessa domanda, alcuni mesi fa. Senza ottenere risposta.

Niente scontrini, nessuna spiegazione dovuta. La Regione Toscana si appella al principio di autonomia dell’Ente e dichiara di non dover fornire alcuna giustificazione alla Corte dei Conti, circa l’uso dei propri (cioè nostri) denari. Nessuna fattura o altro materiale contabile sarà inviato ad appoggio dei rendiconto dei gruppi consiliari già forniti (e certificati solo dai capigruppo).

Ebbene sì, di fronte alla richiesta di chiarimenti sulla movimentazione dei fondi erogati ai gruppi consiliari, il governatore Enrico Rossi dice no e presenta ricorso. A un anno esatto dall’inchiesta che portò alla luce la vicenda di Franco Fiorito, capogruppo Pdl nella Regione Lazio condannato a 3 anni e 4 mesi per essersi appropriato di oltre un milione di euro risorse pubbliche (cioè del gruppo consiliare), la Regione Toscana accusa la Corte dei Conti di esagerare con i controlli.

Anche Democrazia Diretta aveva chiesto di poter accedere alle pezze d’appoggio dei rendiconto, qualche mese fa, ma la lettera, firmata dal consigliere Gabriele Chiurli, è ancora in attesa di risposta.

Secondo il ricorso formulato dalla Regione, la Corte starebbe esercitando una inusuale forma di controllo politico, mai vista prima nella storia dell’ordinamento.

Certo, non si era mai visto neanche un consigliere regionale usare i fondi pubblici per comprarsi un Suv, come accaduto nel Lazio. O un tesoriere di partito dare la paghetta a un consigliere regionale. O un capogruppo buttare 100mila euro di rimborsi elettorali nel videopoker.

E’ vero, qui siamo in Toscana, le risorse assegnate ai gruppi in Consiglio regionale non sono nemmeno paragonabili a quelle del Lazio o di altre regioni non proprio virtuose, ed è sempre stato così. Ma alla luce di tutto ciò, possiamo davvero dire alla Corte dei Conti che sta esagerando? In ogni caso, nei panni del Signor Rossi, mi preoccuperei più che altro di come dirlo ai propri cittadini elettori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...