Banche sotto esame: ecco come l’Unione europea affonda i suoi mercati

La Bce a caccia degli “attivi inaffidabili”, ovvero i crediti che le banche non concretizzeranno mai, ma con i quali fanno quadrare i bilanci. Se risulteranno sproporzionati dovrà intervenire lo Stato rimpinguando il capitale. E intanto le Borse affondano.

 democrazia diretta gabriele chiurli toscana

La Banca Centrale Europea annuncia l’avvio dell’analisi dei bilanci delle banche e la Borsa affonda. Non solo in Italia, ovviamente. Perché i nostri vicini di casa, a partire dalla Germania, non stanno molto meglio di noi. Anzi.

Alla vigilia dell’entrata in vigore della vigilanza europea sugli istituti di credito, scopriamo dal Fatto Quotidiano che quelli italiani utilizzano uno dei criteri più stringenti per identificare i prestiti che vanno male, il che dovrebbe significare meno sorprese di fronte al check-up europeo. Certo è che Monte dei Paschi trema e il rischio di dover immettere capitale fresco nelle casse di Siena (così come altrove, ahimè) è serio e tangibile. La Bce, infatti, ha già avvertito i governi: l’esame dirà chiaramente quanti soldi servono alle banche e se i soci privati non saranno in grado di intervenire toccherà allo Stato.

In sostanza se le banche risulteranno fragili, saremo noi cittadini a sborsare ancora per tenerle in piedi. In che modo? Difficile pensare a nuove tasse in questo momento. O no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...