Regione Toscana, la maggioranza va sotto sull’autismo. E ora deve trovare i fondi

L’ordine del giorno di Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta) passa con il voto di tutti i gruppi consiliari tranne il Pd. I consiglieri democratici si astengono compatti, presidente Rossi compreso.

Chiurli: “Un comportamento che non rende giustizia alla Toscana che li ha votati”. Approvato anche l’ordine del giorno sulle pari opportunità, respinto quello che impegnava la Giunta a liberarsi delle società partecipate. Ma pensa un po’…

autismo

I fondi per le terapie per l’autismo si troveranno. Non è bastata la (colpevole) astensione del Pd al completo per affondare l’ordine del giorno presentato da Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta) e sottoscritto da tutti i gruppi consiliari della Regione Toscana, tranne quello democratico.

L’ordine del giorno, collegato al bilancio 2014, impegna la Giunta ad individuare all’interno delle risorse destinate al socio-sanitario, i fondi necessari a sostenere le terapie specifiche per le patologie dello spettro autistico.

“Un atto doveroso – afferma il consigliere regionale – per le famiglie che ogni giorno, per tutta la vita, si trovano a fare i conti, anche dal punto di vista economico, con una sindrome particolarmente complessa. Non possiamo lasciarli da soli. I sintomi e i disagi correlati all’autismo possono essere contenuti grazie ad un approccio terapeutico studiato e condotto con costanza. Non possiamo permettere che la salute diventi patrimonio esclusivo dei ricchi”.

L’ordine del giorno (leggi l’atto) è stato sottoscritto da tutti i gruppi consiliari, ad eccezione del Partito Democratico. “L’astensione del partito di maggioranza su un intervento del genere – commenta Chiurli – non rende giustizia alla Toscana che lo ha votato”. Il voto di astensione dei consiglieri Pd, Presidente Rossi compreso, non ha comunque impedito l’approvazione dell’ordine del giorno, durante la seduta del Consiglio di ieri.

“Grazie al voto di Forza Italia, Ncd, Fratelli d’Italia, Udc, Più Toscana, Italia dei Valori, Centro Democratico, Sel, Psi, Federazione di Sinistra – conclude Chiurli – l’ordine del giorno è stato approvato. E ora la Giunta dovrà trovare le risorse necessarie”.

Durante la stessa seduta è stato approvato anche un altro ordine del giorno a firma Chiurli, finalizzato ad individuare specifiche risorse nel bilancio 2014 per il contrasto alla violenza di genere e la promozione delle pari opportunità.

Bocciato, invece, l’atto con cui Chiurli di Democrazia Diretta impegnava la Giunta a disfarsi delle  società partecipate costantemente in perdita. Per la serie: meglio una poltrona oggi che un risparmio domani.

Un pensiero su “Regione Toscana, la maggioranza va sotto sull’autismo. E ora deve trovare i fondi

  1. Pingback: Un anno di Consiglio regionale | Democrazia Diretta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...