Legge elettorale, preferenze o no? L’importante è il meccanismo di accesso

Abbassare la soglia delle sottoscrizioni delle liste per permettere anche a nuove formazioni politiche di presentarsi. Basta con il dominio dei vecchi partiti sclerotizzati. E a livello toscano? Noi di Democrazia Diretta siamo d’accordo con la Consulta e proponiamo un proporzionale quasi puro.

Preferenze o no, il punto non è il sistema elettorale, ma la democraticità dell’accesso alle candidature. La prossima legge elettorale deve garantire le minoranze, rendere il più democratico possibile il meccanismo di presentazione delle liste.

elezioni politiche

In seguito alla sentenza della Corte Costituzionale, che ha dichiarato illegittimo il Porcellum, si è fatto un gran parlare di modello spagnolo, tedesco, francese, del sindaco d’Italia e via dicendo. Ma il nodo fondamentale resta uno: rendere accessibile la presentazione delle liste, abbassando la quota delle sottoscrizioni, per consentire alle nuove formazioni politiche di presentarsi.

Di questo, invece, si cerca di non parlare. Ovvio: non è nell’interesse dei grandi partiti che compongono lo sclerotico e sclerotizzato sistema attuale. Ad oggi i gruppi già rappresentati alle Camere, infatti, non hanno bisogno di raccogliere le firme per presentarsi alle elezioni politiche. Sono solo i “piccoli” (ma siamo sicuri che i vecchi partiti siano ancora grandi?) a doversi fare carico di questo impegno. E le firme sono parecchie: 4.000 a circoscrizione per la Camera, 3.500 per il Senato (nelle regioni che superano un milione di abitanti). Un ostacolo ben più efficace al successo di nuovi movimenti rispetto alla soglia di sbarramento per entrare in Parlamento.

Per tutto il resto, noi di Democrazia Diretta siamo d’accordo con la Consulta: basta agli eccessivi premi di maggioranza, stop alle liste bloccate, sì alle preferenze. E via libera a un proporzionale quasi puro. E’ esattamente il modello di legge elettorale che abbiamo presentato in Toscana, grazie al consigliere regionale Gabriele Chiurli.

 Cosa proponiamo in breve (qui il testo della proposta di legge):

  • Ritorno al voto di preferenza
  • Limite a due mandati per ogni consigliere
  • Assenza di carichi penali pendenti per i candidati
  • Residenza in Toscana per almeno due anni
  • Un proporzionale quasi puro
  • Circoscrizione unica e spartizione dei 40 seggi in base alle cifre elettorali raggiunte da ogni partito a livello regionale, territorio in 40 collegi.
  • Soglia di sbarramento al 4%, ma si apre alla elezione del primo dei perdenti
  • Premio di maggioranza minimo (5%) al partito che raccoglie più voti a livello regionale. Se ciò non dovesse bastare, i gruppi dovranno accordarsi sul tipo di maggioranza consiliare.
  • Lo stesso meccanismo vale per il Presidente della Giunta: ogni lista è collegata a un candidato Presidente, ma è permesso il voto disgiunto. Se un candidato ottiene il 50% più uno dei voti validi viene automaticamente eletto, altrimenti sarà la maggioranza consiliare ad esprimere il Presidente.
  • Rappresentanza di genere: almeno un terzo dei candidati deve essere di genere differente, il che significa, considerato il fatto che le liste sono composte da un minimo di 2 persone, che potrebbero esserci liste costituite per metà da donne e per metà da uomini.
  • Raccolta delle firme a doppio binario: è possibile presentarsi anche in un solo collegio oppure in tutta la Toscana.

E ora, diamo un’accelerata al dibattito. 

Un pensiero su “Legge elettorale, preferenze o no? L’importante è il meccanismo di accesso

  1. Pingback: Un anno di Consiglio regionale | Democrazia Diretta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...