Disastro partecipate, una su 4 costretta a ricapitalizzare. E la Regione paga

Quanto valgono le società partecipate della Regione Toscana? Per quest’anno una perdita di oltre un milione di euro. Ma il conto è ben più salato se consideriamo tutti i soldi che abbiamo speso in aumenti di capitale finalizzati a coprire buchi perenni che si allargano di esercizio in esercizio. E tra le Fondazioni a cui partecipa la Regione le perdite sono ancora più consistenti. Basti citare Monte dei Paschi di Siena…

Dagli aeroporti alle terme, dai centri congressi ai campi da golf,la Regione Toscana partecipa direttamente al capitale di una ventina di società e contribuisce ad altrettante fondazioni. Ecco un’analisi schematica dei dati relativi all’esercizio 2012.

soldi2

AUMENTI DI CAPITALE

Alatoscana. L’aumento di capitale concretizzato nel 2012 non è bastato: nel 2013 i soci devono drenare altri 2 milioni circa. A cui si aggiungono 470mila euro annui per tre anni da parte della Regione per coprire oneri di servizio pubblico.

Arezzo Fiere. Deliberato aumento di capitale di circa 6 milioni non ancora attuato. Chiude in utile ma solo grazie a proventi straordinari, altrimenti sarebbe stata mezzo milione sotto. Anche per colpa dei flop registrati da nuovi eventi realizzati. E qui dobbiamo chiamare in causa i vertici dell’azienda, più che la crisi.

Interporto Vespucci di Guasticce. Sbarca il lunario solo grazie alla vendita di proprietà immobiliari per oltre 2 milioni di euro, ma è indebitato per 4 milioni. La Regione ha sottoscritto per l’Interporto una fideiussione di 16 milioni di euro e si appresta all’aumento di capitale: l’ente pubblico verserà la propria quota su 18 milioni di euro complessivi di ricapitalizzazione. Guasticce si conferma pozzo senza fondo.

Interporto Toscana Centrale. Non va granché meglio all’analoga struttura di Prato, che, in attesa della ricapitalizzazione (5 milioni di euro) si è trovata a fare i conti con la scadenza di un mutuo da 15 milioni e ha dovuto allungare la scadenza al 2020 (facendosi carico di impegni gravosi per il rimborso).

Terme di Montecatini. Deliberato un aumento di capitale di oltre 5 milioni di euro.

società in liquidazione, tribunale

IN LIQUIDAZIONE

Consorzio Pisa Ricerche: dichiarato fallimento volontario e procedura in corso dopo le dimissioni in massa del Cda che se l’era vista brutta.

Etruria Innovazione: il disavanzo, inizialmente stimato attorno a 400mila euro, è stato rivisto quasi al rialzo ed è quasi raddoppiato. La cifra potrebbe arrivare oltre i 700mila euro. La Regione intanto ne ha gettati 400mila nel mucchio per permettere alla società di saldare i debiti con i dipendenti (nel frattempo mandati a casa).

 monte dei paschi di siena rocca salimbeni

PROFONDO ROSSO

Fidi Toscana: dopo la strigliata di Bankitalia ha dovuto agire per riorganizzarsi, ma il saldo è in rosso: 2,3 milioni di euro di perdita per il 2012. La qualità del credito risulta deteriorata, le garanzie rilasciate si sono più che dimezzate e il piano industriale triennale non lascia intravedere spiragli positivi.

Firenze Fiera: avrebbe chiuso in pareggio se non fosse stato per la sentenza del Tar (peraltro nel frattempo “congelata”). Perde 1,7 milioni di euro e chiede a gran voce interventi milionari e una ricapitalizzazione notevole.

Firenze Parcheggi: perde 1,4 milioni di euro, tornando ai livelli del 2010, dopo un anno di tregua passato in sostanziale pareggio.

Golf La Pievaccia: in mezzo a queste cifre se la cava quasi bene, con “solo” 172mila euro di rosso.

Terme: Chianciano – 958mila euro, Casciana – 461mila euro.

Ma sono le Fondazioni che registrano le quote più spaventose. Ne citiamo due per non mettervi troppa paura:

  • Maggio Musicale Fiorentino: 10 milioni di passivo
  • Fondazione Monte dei Paschi di Siena: 193,7 milioni di perdita

 aereo-in-decollo-pisa

 Concludiamo con le good news, per rifarci la bocca.

IN ASCESA

Aeroporto della Maremma: tiene botta lo scalo di Grosseto. Ma anche in questo caso una spintina pubblica è stata necessaria: 400mila euro di contributo per il completamento di interventi strutturali.

Aeroporto di Pisa: l’unica partecipata che ci regala qualche soddisfazione: 6,3 milioni di utile, in aumento del 45% rispetto all’esercizio precedente. Vedremo come le andrà con la “fusione” con l’aeroporto di Firenze verso cui spinge il Presidente Rossi…

Un pensiero su “Disastro partecipate, una su 4 costretta a ricapitalizzare. E la Regione paga

  1. Pingback: Ripresa? Non in provincia di Arezzo, Lucca e Pistoia | Democrazia Diretta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...