Crack Regione Sicilia, ora stop alle Regioni “speciali”

Non è mai troppo presto per dire basta alle Regioni a statuto speciale. Lo dimostra la vicenda siciliana di questi giorni. Dopo il commissariamento l’ente pubblico non è più in grado di pagare gli stipendi, 26mila dipendenti (ma c’è chi parla del doppio) sono a rischio licenziamento. Ma cosa ci fa la Regione Sicilia con 50mila dipendenti? La Lombardia ne ha poco più di 3mila per il doppio della popolazione.

Prima o poi doveva succedere: la Regione Sicilia scoppia di dipendenti pubblici e i bilanci non reggono. Dopo il commissariamento per default l’Ente pubblico non è più in grado di pagare gli stipendi e in 26mila sono rimasti a bocca asciutta a gennaio. VENTISEIMILA?? E che ci fa la Regione Sicilia con 26mila lavoratori? Ah no, questa è solo la metà dell’esercito dei dipendenti regionali siciliani: in tutto sono circa 50mila.

regione sicilia dipendenti pubblici

Come riporta il Tgcom.24 nell’elenco al vaglio ci sono oltre 20mila forestali part-time, 610 lavoratori Resais, 800 dipendenti dell’Ente per lo sviluppo agricolo (350 a tempo indeterminato e 450 stagionali), 300 addetti negli Enti Parco, 2.400 operai dei consorzi di bonifica (1.400 a tempo indeterminato e 1.000 stagionali), 700 impiegati nei teatri pubblici siciliani, 170 dipendenti dell’Ente acquedotti siciliani, 300 addetti delle aree industriali”. A cui si aggiungono i lavoratori privati di accademie, centri culturali, associazioni musicali e concertistiche, organizzazioni sportive.

E il governatore Crocetta si lamenta: “non è giusto che a pagare questo prezzo sia l’amministrazione che ha risanato il bilancio”. E chi dovrebbe pagare? Ancora una volta noi? 

Se c’è una riforma costituzionale da fare quanto prima è questa: abolire le Regioni a statuto speciale. Una questione che ha la priorità su qualsiasi legge elettorale o riforma delle province.

Photo credits Tmnews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...