Separazione bancaria, buone notizie dalla Toscana

In dirittura d’arrivo in Aula la proposta di legge al Parlamento presentata da Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta). Presto la Regione potrebbe approvare il testo da inviare a Roma

separazione bancaria

Separazione bancaria sul modello Glass-Steagall, ci sono buone nuove. Oggi la Prima Commissione Affari istituzionali della Regione Toscana ha dato il primo via libera al testo presentato dal consigliere Gabriele Chiurli di Democrazia Diretta.

Al termine della seduta, durante la quale il consigliere ha illustrato la proposta di legge al Parlamento, si sono espressi in maniera favorevole sia il Presidente Marco Manneschi (Idv) che il consigliere Pd Marco Spinelli, che ha ricordato come l’Aula si fosse già dimostrata a favore di questa misura in maniera trasversale in occasione del voto sulla mozione in tema.

A questo punto è questione di settimane: alla prossima seduta utile, la Prima Commissione dovrebbe esprimere parere favorevole (oggi non c’era il numero legale al momento opportuno) per inviare la proposta in Consiglio. Dopodiché sarà il Parlamento toscano ad esprimersi. In caso di approvazione la pdl sarà inviata direttamente a Camera o Senato.

La palla passa al Parlamento: in clima Mondiali di calcio ci sentiamo di augurare ai parlamentari di cogliere l’assist e andare in porta quanto prima. Per il bene dell’Italia, stavolta non calcistica.

Qui trovi il testo integrale della proposta di legge

Qui altri articoli usciti sulla pdl Chiurli di Separazione bancaria in Italia e nel mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...