Aeroporto di Firenze, così Renzi si fa beffe della Regione: la pista sarà di 2400 metri

Passata la bagarre sull’integrazione al Pit e sulla legge elettorale toscana, viene fuori che l’ultima parola sulla ristrutturazione del Vespucci spetta all’Enac. Al macero 4 anni di discussioni, centinaia di risme di carta, di piani e di osservazioni: può esultare Marco Carrai, il consigliori di Renzi, che adesso guida AdF. Ennesima sconfitta del Governatore Rossi.

aeroporto-peretola-firenze

Che ci fosse qualche fregatura dietro l’endorsement di Matteo Renzi alla ricandidatura a Presidente della Regione Toscana di Enrico Rossi ce lo potevamo immaginare. Il prezzo da pagare per l’inaspettata fiducia manifestata dal non-eletto premier è – tanto per cominciare – una sonora sconfitta sulla questione aeroporti e in particolare sulla partita dell’Aeroporto di Firenze.

Dopo 4 anni di discussioni, di dibattiti laceranti in casa della maggioranza regionale (che annovera ancora l’ambientalista Anna Marson, ex Idv), dopo centinaia di risme di carta, migliaia di pagine stampate per piani e osservazioni, Consiglio e Giunta regionale vengono completamente esautorati della vicenda. L’ultima parola spetta all’Enac (Ente Nazionale Aviazione Civile), si apprende dai giornali. Entro poche settimane la decisione sulla pista da 2400 metri potrebbe essere ufficializzata, con l’avallo del Governo Renzi, che ha già dato il via libera con lo Sblocca Italia ai 240 milioni di euro necessari per avviare i lavori.

Chi se ne importa se la Regione Toscana, guidata dal ritrovato amico Rossi, aveva stabilito il limite irrevocabile a 2000 metri. Con un colpo di spugna del rampante Presidente del Consiglio è stata cancellata una delle più sanguinose battaglie combattute sul suolo toscano durante l’ultima legislatura, ormai agli sgoccioli.

Può esultare l’uomo di Renzi che adesso guida AdF, quello stesso Marco Carrai finito nella bufera per la famosa casa in via degli Alfani, prestata all’amico Matteo. Tira un sospiro di sollievo anche l’imprenditore argentino Eurnekian, patron di Corporacion America che oggi possiede la maggioranza dell’Aeroporto di Firenze e dell’Aeroporto di Pisa. Che ne sarà di quest’ultimo non è dato sapere, per il momento. Quel che è certo è che la Regione Toscana ha sprecato buona parte degli ultimi 5 anni in discussioni completamente inutili. Cerchiamo di tenerlo a mente fino alla prossima tornata elettorale.

La vignetta di Staino oggi sul Corriere Fiorentino

La vignetta di Staino oggi sul Corriere Fiorentino

2 pensieri su “Aeroporto di Firenze, così Renzi si fa beffe della Regione: la pista sarà di 2400 metri

  1. Pingback: Piano paesaggistico, cosa c’è dietro il balletto degli emendamenti del Pd | Democrazia Diretta

  2. Pingback: Firenze, Adf approfitta delle elezioni e dà il via libera alla pista da 2400 metri. In barba alla Regione | Democrazia Diretta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...