Imposta di successione e donazione immobili: Renzi boicotta anche il testamento

D’ora in avanti ci sarà da augurarsi di non ricevere più case in eredità: sono in arrivo aumenti esorbitanti. Il Governo del non-eletto sta lavorando all’abbassamento della franchigia sopra la quale scattano i prelievi: da 1 milione di euro attuali si passerà a 200/300mila euro per gli eredi diretti e addirittura 30/50mila per fratelli e sorelle. Allo stesso tempo le aliquote verrebbero alzate dal 4 al 5% per gli eredi in linea diretta e dal 6 all’8% per gli altri parenti.

Tasse-sulla-casa-nel-2014

Il piatto che ci sta cucinando il non-eletto premier Matteo Renzi in vista della legge di stabilità 2015 (da presentare entro metà ottobre prossimo) è di quelli parecchio amari da mandare giù.

Dopo l’aumento dell’Iva, della Tasi, dell’Imu e di un po’ tutte le tasse possibili e immaginabili, è arrivata l’ora di tassare anche il testamento. D’ora in poi i figli dovranno augurarsi di non ricevere case in eredità dai padri: è in arrivo la stangata sull’imposta di successione e donazione.

Dopo l’abolizione dell’odiata tassa da parte di Berlusconi e la reintroduzione della stessa da parte di Prodi (previa donazione dei propri immobili ai figli, s’intende), la franchigia sopra la quale scattano i prelievi fiscali era stata portata a quota 1 milione di euro e lì lasciata dagli stessi governi di centro-destra che si sono succeduti.

Adesso il nostro Renzi, a caccia di quattrini per finanziare altre epiche misure come gli 80 euro in busta paga, starebbe per rimpicciolire la franchigia di un bel po’: da 1 milione di euro attuali si passerà a 200/300mila euro per gli eredi diretti e addirittura 30/50mila per fratelli e sorelle. Allo stesso tempo le aliquote verrebbero alzate dal 4 al 5% per gli eredi in linea diretta, dal 6 all’8% per gli altri parenti, dall’8 al 10% per gli estranei.

Commercialisti, notai e soprattutto padri e madri di famiglia sono già sul chi va là, ma il tempo stringe: la legge di stabilità sarà presentata entro il 15 ottobre 2015. Per evitare una valanga di donazioni di case da qui ai prossimi 15 giorni, il ministro dell’Economia Padoan si è affrettato a smentire la notizia. Ma il piatto è troppo goloso per pensare che Renzi se lo lasci sfuggire di sotto il naso. Noi di Democrazia Diretta vi abbiamo avvertito. E pensare che le tasse sulla casa sono anche incostituzionali…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...