Maltempo, svelata la grande bufala degli ‘argini gonfiabili’ sull’Arno

I famosi argini ‘gonfiabili’ per mettere in sicurezza il centro di Firenze dalle piene dell’Arno? La verità è che non sono mai stati comprati perché non si sapeva dove metterli.

argini gonfiabili arno firenze

Svelata l’ennesima bufala sulla messa in sicurezza del territorio toscano dai rischi del maltempo. Mentre i giornali facevano un gran parlare degli “argini gonfiabili” come l’ultimo ritrovato innovativo per mettere al riparo Firenze dalle piene dell’Arno, ancora doveva partire la gara. E tuttora Publiacqua, Comune di Firenze e Regione Toscana non si sono messi d’accordo su dove e come piazzarli. E’ quanto emerge dalla risposta fornita dal Presidente della Regione Enrico Rossi a una interrogazione presentata dal consigliere Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta).

“Si è fatto un gran parlare di questi argini smontabili – ricorda Chiurli – come se fossero nella piena disponibilità della Protezione Civile. E invece i 5 milioni di euro che erano destinati all’acquisto dell’innovativa barriera sono ancora in cassaforte e le strutture in qualche magazzino. Dopo un anno di colloqui tra Regione Toscana, Ministero della Difesa e Comune di Firenze, solo lo scorso ottobre si è giunti alla conclusione di posizionare gli argini mobili all’interno dell’impianto di Publiacqua a Firenze sud, nel parco dell’Anconella. Ma la convenzione ancora non c’è e quindi non si può ancora procedere alla gara europea per l’acquisto del materiale”.

Nel frattempo la Regione è corsa ai ripari avviando una procedura urgente per il noleggio dei cosiddetti argini gonfiabili. La gara è stata assegnata il 19 novembre 2014, mentre al momento sono ancora in corso i controlli di legge sulla ditta vincitrice. Solo in seguito si potrà procedere alla sottoscrizione del contratto e agli adempimenti conseguenti.

“Se tutto va bene, dunque – conclude il consigliere regionale Gabriele Chiurli – gli argini smontabili saranno disponibili a primavera 2015, ma solo a noleggio”. L’ennesima soluzione provvisoria all’italiana. Alla faccia dei proclami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...