Ripresa? In Toscana la disoccupazione giovanile cresce

Flop del piano Giovani Sì in cui la Regione Toscana ha investito 250 milioni di euro negli ultimi 4 anni: solo il 4,5% dei tirocinanti è stato assunto a tempo indeterminato. E il piano del Governo Renzi, Garanzia Giovani, è andato ancora peggio: su 23.091 aspiranti lavoratori, per lo più tra 15 e 24 anni, solo 91 hanno trovato un impiego.

disoccupazione

Circa 250 milioni di euro in quattro anni per Giovani Sì, il piano elaborato dalla Regione Toscana per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro, la creazione di impresa e l’affrancamento dal tetto materno dei ragazzi toscani. Tanto abbiamo investito, tra incentivi, sgravi, tirocini retribuiti e ampliamento del servizio civile. Per cosa? Alla fine, il mega-piano di Enrico Rossi non si è rivelato altro che un colossale sistema di erogazione “paghette” ai giovani toscani. Come avevamo già a suo tempo pronosticato.

Eccoli i risultati, del Piano Rossi: 58 milioni di euro spesi unicamente in tirocini (circa un quarto del totale degli investimenti), che sono sì aumentati a dismisura, passando da 7000 a 10.500 in un solo anno, ma hanno fatto lievitare anche il fenomeno dei tirocini impropri. A denunciarlo sono prima di tutto i sindacati, che fanno notare come spesso e volentieri le aziende abbiano usufruito del contributo regionale per assumere “manovalanza”. Ma gli stessi dati forniti dall’Irpet, l’Istituto regionale per la programmazione economica della Toscana, sono piuttosto chiari: a 12 mesi dal tirocinio, il 60% degli stagisti ha sottoscritto un contratto. Ma di questi solo un quarto è a tempo indeterminato, gli altri sono diverse formule di precariato: dal tempo determinato per pochi giorni o qualche mese al massimo, al lavoro interinale, intermittente, parasubordinato o apprendistato.

Quest’ultima opzione si è dimostrata la più deludente in assoluto: il contratto di apprendistato, con durata massima 5 anni, che dovrebbe rappresentare la porta d’ingresso principale per le professioni artigianali (per dirne una) si è trasformato in un posto fisso solo nel 20% dei casi su una prospettiva di 5 anni, nel 6/7% su una prospettiva di tre anni. E gli avviamenti si sono ridotti della metà dal 2008 al 2014, passando da 10mila a 5mila. Anche perché i tirocini e altre forme di sfruttamento sono diventate più appetibili proprio grazie all’operazione della Regione Toscana prima e del Governo Renzi poi, con il piano Garanzia Giovani.

In questo caso parliamo di 23.091 domande, presentate principalmente da giovani e giovanissimi (15-24 anni). Su questa marea di domande, 16mila circa sono state prese in carico e vagliate dai centri per l’impiego e si sono tradotte in colloqui di lavoro. Su 16mila aspiranti lavoratori, ben 2500 hanno ottenuto un tirocinio, 1300 un contratto a tempo determinato (ma non si sa la durata) e solo 91 un posto fisso.

Un altro disastroso flop. Per questo la Regione Toscana oggi chiede fermamente al Governo Renzi che lasci fuori la materia lavoro dalla riforma della Costituzione, ovvero, che lasci tutto in mano alle regioni. Eh beh, certo, con il bel lavoro che è stato fatto finora, come dargli torto: la disoccupazione giovanile galoppa al 37% nel 2014, in crescita rispetto al 2013 e ben 15 punti sopra alla media europea.

Democrazia Diretta si augura una rivoluzione generalizzata dell’approccio al lavoro. Basta paghette. Il lavoro non si crea con gli incentivi pubblici. Il sistema pubblico può (e deve) fare da controllore e agevolatore per il privato, snellire le pratiche, rendere il nostro territorio attrattivo. Ovvero: tutto il contrario di quanto è stato fatto finora. Ecco una cosa sì la sposiamo del Governo Renzi: bisogna cambiare verso per davvero. E andare dalla parte opposta rispetto al premier non-eletto e dai suoi epigoni toscani.

Un pensiero su “Ripresa? In Toscana la disoccupazione giovanile cresce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...