Chiurli questa mattina a Lady Radio su sanità toscana, pensioni, immigrazioni

Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta)

Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta)

Ospite questa mattina a Lady Radio (102.1, in Tv sul canale 194 del digitale terrestre), Gabriele Chiurli candidato per Democrazia Diretta alla presidenza della Toscana, ha parlato di sanità toscana, pensioni e immigrazione. “L’art.5 della Costituzione – ha esordito Chiurli – dice che la Repubblica promuove le autonomie locali. Con tre Asl, Rossi cosa ha proposto? Qualcosa che va contro la Costituzione. I risparmi sui direttori amministrativi sono una bufala, il risparmio era già stato fatto con l’accorpamento degli Estav. Le tasse – ha aggiunto –  le paghiamo per avere dei servizi che ai cittadini non vengono dati. Su 9 miliardi di bugdet della Regione Toscana, 6,7 miliardi sono per la sanità. Allora la Regione Toscana una certa garanzia, a partire dai tempi di attesa, la dovrebbe dare”.

Sui rimborsi ai pensionati dopo la sentenza della Consulta che ha cancellato il blocco delle perequazioni delle pensioni deciso dal governo Monti, si è parlato a Lady Radio di cattivo esempio dello Stato. “Un rapporto del Social Investment in Europe – ha ricordato Chiurli – dà un giudizio durissimo su Renzi dicendo che sta distruggendo lo stato sociale. A parte dirigenti e politici, le pensioni in Italia sono da fame”.

Infine la questione dei migranti. La Toscana vorrebbe evitare le tendopoli e le concentrazioni di immigrati per una distribuzione sul territorio. Ma la resistenza da parte di alcuni sindaci, ha già mostrato la debolezza di questa posizione. Coniugare l’accoglienza con l’integrazione sociale e l’autonomia, ha detto nei giorni scorsi il vicepresidente della Regione Toscana con delega al welfare, Stefania Saccardi. “Ma dov’era la Saccardi quando il suo partito ha firmato il Trattato di Lisbona? – incalza Chiurli – Il Trattato parla chiaro: quando un immigrato tocca il nostro territorio, dobbiamo accoglierlo. Chi ha firmato questo Trattato non s’interroghi ora su come comportarsi. Per Democrazia Diretta serve un piano per sapere quanti migranti possiamo ospitare. Al di fuori di quel numero, il nostro no all’accoglienza è totale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...