Chiurli denuncia le più alte cariche dello Stato: “Hanno ceduto la sovranità nazionale”

Gabriele Chiurli fuori dal Tribunale di Firenze questa mattina

Gabriele Chiurli fuori dal Tribunale di Firenze questa mattina

marco e Gabriele

Gabriele Chiurli e Marco Mori

Insieme a Marco Mori, l’avvocato che ha redatto l’Atto di denuncia e candidato consigliere per Democrazia Diretta su Firenze 1, Grosseto, Massa, Gabriele Chiurli ha depositato questa mattina la denuncia penale contro le alte cariche dello Stato dal 1992 in poi (nell’atto ci sono i nomi di Napolitano, Letta, Renzi, Prodi) presso la procura della Repubblica di Firenze per aver ceduto la sovranità nazionale. Il 1992 perché è l’anno di Maastricht, l’anno del “grande inganno” che prepara la creazione dell’Unione monetaria europea, e “da Maastricht in poi”, scrive nella sua denuncia Chiurli, “non sarà più la moneta ad adeguarsi all’economia ma l’economia a doversi adeguare alla moneta”.

Subito dopo aver registrato l’atto, Gabriele Chiurli e Marco Mori hanno parlato ai giornalisti presenti in conferenza stampa.

“La Costituzione viene tradita – dichiara il candidato a governatore della Toscana, Gabriele Chiurli – e nostro dovere è quello di denunciare tutti coloro che collaborano affinché l’Italia perda definitivamente indipendenza e sovranità in favore della finanza. La nostra classe politica – incalza Chiurli –  ha lavorato per anni e lavora oggi per interessi contrari a quelli nazionali.  I reati che andiamo a denunciare sono quelli che puniscono i delitti contro la personalità dello Stato. Dal punto di vista costituzionale, l’art.11 della nostra Costituzione è il primo ad essere stato violato, mentre il duplice attacco alla sovranità e all’indipendenza nazionale, mette in gioco valori che l’ordinamento penale protegge con gli art.241 e 243 del codice penale. Democrazia Diretta non si fermerà fino a che non si aprirà un giusto processo contro tutti i responsabili di questa oscena dittatura finanziaria”.

La prima pagina dell'esposto col timbro del Registro della Procura di Firenze

La prima pagina dell’esposto col timbro del Registro generale della Procura

“Il codice penale – ha detto in conferenza stampa l’avvocato Marco Mori che ha redatto l’atto di denuncia e che è anche candidato consigliere per Democrazia Diretta – punisce le menomazioni dell’indipendenza della sovranità nazionale, considerandola fra gli atti ostili contro la nazione. Una volta queste situazioni avvenivano con le forze armate che entravano in uno Stato e lo Stato perdeva la propria sovranità sul territorio. Oggi questo avviene con le normative dei Trattati europei che hanno imposto cessioni di sovranità e menomato l’indipendenza nazionale in violazione di legge, così sottraendo al popolo la sua sovranità”.

L’Atto di Denuncia integrale. Potete scaricarlo, compilarlo con i vostri dati e consegnarlo alla Procura della Repubblica più vicina. (Esposto contro la cessione della sovranità nazionale)

Guarda il video di Toscana Media Channel su la conferenza stampa di questa mattina

5 pensieri su “Chiurli denuncia le più alte cariche dello Stato: “Hanno ceduto la sovranità nazionale”

  1. Pingback: Così la stampa fiorentina racconta Gabriele Chiurli, l’unico artigiano a sedere nei banchi di Palazzo Panciatichi | Democrazia Diretta

  2. Pingback: Nel nostro programma elettorale, tutto il nostro impegno di convinti sostenitori della democrazia dal basso | Democrazia Diretta

  3. Pingback: Democrazia Diretta denuncia le più alte cariche dello Stato “per aver ceduto la sovranità nazionale” | NoGeoingegneria

  4. Questa è una colonizzazione vietata dal diritto internazionale che è superiore al diritto comunitario dunque bisogna attuare un piano di indipendenza dall.Unione europea .lo stato italiano non può negare l.autodeterminazione dei popoli …le elezioni una maggioranza in parlamento non possono garantire garantire l.annullamento del debito illegittimo dunque anche in caso d.uscita dall.euro bisogna rinegoziare ciò che è illegittimo sottomettendoci a un altro fregatura…il debito deve essere annullato o tra gli stati o dinanzi alle corti internazionali…sarebbe ora anche di denunciare alla.onu e alla Corte penale internazionale tutti i comportamenti le leggi i raggiri commessi in violazione dei diritti umani e redigere un piano monetario fuori dal debito un piano economico commerciale turistico dell.italia

  5. Una banca centrale di diritto pubblico non dovrebbe essere giudicata anche dal consiglio di stato? Nell.Unione europea chi è il giudice amministrativo? Altresì la Corte costituzionale e la Corte di giustizia dell.aja potrebbero veramente redimere questa storia infinita del debito pubblico…mi ricollego a una controversia tra banca d.Italia e il prof.auriti che aveva come oggetto la proprietà della moneta all.atto dell.emissione .alla fine la Corte di cassazione dichiarò il difetto di giurisdizione…la banca ammise comunque che la stampa della moneta e espressione della sovranità statale.un controsenso con ciò che accade oggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...